SANTUARIO MADONNA DELLA CORONA, LAZISE E I VINI DELLA VALPOLICELLA

dellacorona 2

MADONNA DELLA CORONA

LAZISE E I VINI DELLA VALPOLICELLA

SABATO 24 OTTOBRE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Programma di viaggio:
Nella prima mattinata partenza in pullman dalla Valtellina con itinerario Tirano-Lecco-Autostrada per Verona, per raggiungere il Santuario Madonna della Corona situato sul Monte Baldo, in località Spiazzi in provincia di Verona e a pochi chilometri dal Lago di Garda.
Sosta per ristoro lungo il tragitto.
Arrivo in mattinata al SANTUARIO dedicato alla Madonna Addolorata, ma chiamato “della Corona” per la forma delle rocce che lo circondano.
E’ indubbiamente uno dei luoghi più suggestivi tra quelli dedicati alla Vergine e sicuramente il più ardito per la sua posizione a strapiombo sulla valle dell’Adige, a 774 metri di altitudine e scavato nella roccia viva che scende a picco per 400 metri. Sospeso tra roccia e cielo, il Santuario è meta di pellegrini che lo raggiungono percorrendo i 1500 gradini immersi nella natura.
Lasciato l’autobus nel parcheggio, la nostra visita prevede una passeggiata in discesa tra gli alberi e qualche gradino che ci porta dopo 10/15 minuti alla galleria scavata nella roccia che conduce alla piazzetta dove una grande scalinata porta all’ingresso del Santuario. Per chi non volesse camminare è attivo un bus navetta che conduce fino alla galleria.
Arrivati in cima alla scalinata il paesaggio al di sotto è spettacolare.
Secondo la leggenda, una statua in pietra raffigurante la Pietà sparì da Rodi all’arrivo dei Turchi nel 1522 e riapparve miracolosamente una notte a Spiazzi. I montanari, colpiti dalla luce intensa e dal coro di musiche che accompagnavano l’apparizione, si recarono sul luogo e, con delle corde, portarono la statua sulla sommità di una rupe, in una cappella di legno. La notte seguente la statua tornò però miracolosamente nel luogo dove era apparsa la prima volta. Rispettando l’evidente volontà della Madonna, i montanari iniziarono la costruzione della cappella sulla parete rocciosa.
Visita libera all’interno del Santuario. Il complesso è suddiviso in due parti, nel lato sinistro si trova la piccola cappella scavata nella roccia e a destra la chiesa più grande. Il primo nucleo fu costruito attorno al XIII secolo dai monaci eremiti che abitavano alcune grotte nel fianco della montagna; nel 1625 venne costruita una chiesa più ampia. Al di sotto della chiesa, la zona più emozionante: migliaia e migliaia di foto di fedeli appese ai muri, messaggi e doni alla Madonna.
Dopo il tempo a disposizione per ammirare il panorama e per scatti fotografici si raggiunge il pullman e percorsi una trentina di chilometri, si fa tappa a LAZISE dove è previsto il pranzo libero.
Tempo a disposizione nel piccolo borgo affacciato sul lago per una piacevole passeggiata nel centro storico pedonale. Località turistica rinomata per il clima mite e per i paesaggi collinari, Lazise è uno dei comuni più antichi d’Italia, ricca di monumenti storici in particolare del periodo medievale. E’ interamente circondata da un anello di mura medievali con sei torri dominate dalla potente Rocca Scaligera. La Torre campanaria svetta sul porticciolo rendendolo ancora più suggestivo. Tre antiche porte d’ingresso permettono di accedere al centro storico che presenta bellissime pavimentazioni: il decoro è a scacchi nella piazza principale, mentre la passeggiata lungolago e i vicoli del borgo sono caratterizzati da una pavimentazione a mattonelle posizionate in modo da dar vita a fantasiose e ipnotizzanti geometrie. Nell’antica darsena si specchia sull’acqua un celebre edificio del’300, chiamato Dogana Vecchia, che fungeva da dogana per il transito della merce tra la Lombardia e la Repubblica Veneta. L’edificio merita una visita: in seguito alla ristrutturazione che le ha restituito gli originari splendori è oggi considerata una delle più eleganti ed esclusive location per eventi culturali e mondani della provincia di Verona. Merita una visita la Chiesa dei Santi Zeno e Martino, del 1200, un piccolo capolavoro. All’interno è conservata una mirabile Pala di San Martino.
Il pomeriggio prosegue con la visita ad una azienda vitivinicola nella VALPOLICELLA raggiungibile dal lago in pochi chilometri. E’ la culla dei vini veronesi, storica zona collinare dove nascono alcuni dei vini più rappresentativi di tutta l’Italia, vini rossi importanti quali l’Amarone e il Ripasso, il Valpolicella Classico, Superiore e Recioto. Passeggiata nei vigneti con la spiegazione delle tecniche di vinificazione, un percorso dedicato ad approfondire la storia del Valpolicella e per capire meglio dove e come si produce l’eccellenza in cantina.
Al termine della visita è prevista una degustazione con assaggi della tradizione locale. Possibilità di acquistare vino e olio extra vergine di oliva. 
Al termine sistemazione in pullman e partenza per il rientro in Valtellina con sosta durante il tragitto.
Arrivo nelle località di partenza previsto per la tarda serata.
 
 
 
Il viaggio verrà effettuato con minimo 30 persone partecipanti

 

La quota comprende: 

Viaggio in pullman Gran Turismo – visita con degustazione in cantina - assicurazione - accompagnatore.

 La quota non comprende:

Eventuali extra personali e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

 

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI 

GENOVA, ACQUARIO E VILLA DEL PRINCIPE DORIA

5c38815e3fd27109d0e8ca15

GENOVA

ACQUARIO

VILLA DEL PRINCIPE DORIS

DOMENICA 22 NOVEMBRE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Programma di viaggio:

Nella prima mattinata partenza in pullman dalla Valtellina con itinerario Tirano-Lecco-Autostrada dei Fiori con sosta in Autogrill per raggiungere Genova alle ore 10.00 circa.

All’arrivo visita guidata a VILLA DORIA, la più vasta e sontuosa dimora nobiliare di Genova, la Villa dell’unico Principe che la città abbia mai avuto. Era il 1529 quando Andrea Doria, valente ammiraglio e uomo d’armi leggendario, diede il via ai lavori che avrebbero portato alla costruzione di questo meraviglioso palazzo affacciato sul Golfo di Genova.

Questo sarebbe divenuto il luogo di pace al rientro dai suoi innumerevoli viaggi e la dimora prescelta per i suoi successori: la famiglia Doria Pamphilj. Qui, durante le sue visite ufficiali sarebbe stato ospitato l’imperatore Carlo V, lo stesso dal quale Andrea Doria era riuscito ad ottenere l’indipendenza di Genova dall’impero, divenendo di fatto il signore della città.

In questa villa, insieme alla sposa Peretta Usodimare, Andrea Doria diede vita ad una grande corte rinascimentale, di cui fecero parte artisti come il magnifico Perino del Vaga, che si occupò della decorazione e degli arredi di gran parte delle sale. La Villa venne poi ampliata dal successore di Andrea, Giovanni Andrea I Doria, con il quale raggiunse il suo massimo splendore.

Oggi Villa del Principe è un museo pieno di tesori nascosti. Per rivivere i suoi fasti basta percorrere le sue stanze, meravigliandosi di fronte ai suoi splendidi affreschi e agli incredibili arazzi.

Passeggiata dalla Villa al Porto Antico attraversando il centro storico (Via Prè – Via del Campo) oppure breve spostamento in bus.

Raggiunta l’area Porto Antico tempo a disposizione per il pranzo libero con ampia possibilità di scelta che offre l’immenso spazio multifunzionale.

L’accompagnatore provvederà a distribuire i biglietti d’ingresso all’ACQUARIO.

Visita libera alla scoperta del mondo sottomarino lungo un percorso di circa 10.000 metri quadrati in mezzo a vasche che ospitano migliaia di pesci di ogni razza e grandezza e anche molti rettili.

Il percorso espositivo mostra oltre 70 ambienti e circa 12.000 esemplari di 600 specie, provenienti da tutti i mari del mondo, da quelle più rare a quelle più note come i delfini, dai pinguini ai grandi predatori del mare, gli squali.

Nella più ricca esposizione di biodiversità acquatica in Europa sono ricostruiti gli ambienti naturali originari delle singole specie acquatiche. Un’esperienza stupenda sia per i grandi che per i bambini.

Alle 17.30 circa partenza per il rientro in Valtellina dove l’arrivo è previsto per la tarda serata.

 
 
 
Il viaggio verrà effettuato con minimo 30 persone partecipanti

 

La quota comprende: 

Viaggio in pullman Gran Turismo – Ingresso e visita guidata a Villa Doria – biglietto d’ingresso all’Acquario - assicurazione sanitaria - accompagnatore.

 La quota non comprende:

Eventuali extra personali e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

 

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI 

PADOVA - VAN GOGH "i colori della vita"

van gogh 2

PADOVA

VINCENT VAN GOGH "i colori della vita"

E VISITA GUIDATA AL CENTRO CITTÀ

MERCOLEDI 30 DICEMBRE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Padova ospita una grande mostra dedicata a Van Gogh, un viaggio attraverso le sue magnifiche opere ma anche quelle di altri artisti che hanno incrociato il cammino del grande artista olandese.

 Programma di viaggio:
Nella prima mattinata partenza in pullman dalla Valtellina con itinerario Tirano-Lecco-Autostrada.
Sosta per ristoro lungo il tragitto prima di arrivare in città.
Ore 10.30 circa arrivo a PADOVA e incontro con la guida. 
Visita al centro storico con una passeggiata che tocca i luoghi principali della città: il Palazzo della Ragione, le piazze dei mercati, piazza dei Signori con l’orologio astronomico, Palazzo Bo storica sede dell’Università, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Prato della Valle la piazza più grande di Padova e anche una delle più grandi d’Europa, il Caffè Pedrocchi, ... Sosta di fronte alla basilica di Sant’Antonio per la spiegazione degli interni che si andranno a visitare individualmente nel pomeriggio.
Tempo libero per il pranzo
Ore 14.45 ritrovo all’ingresso del Centro San Gaetano in centro città e inizio visita alla mostra “VINCENT VAN GOGH. I COLORI DELLA VITA”.
La mostra si propone di ricostruire e raccontare le vicende di vita e d’arte del genio olandese. Si potranno ammirare ben 125 opere, delle quali 78 opere di Van Gogh e le altre di grandi artisti che, per diversi motivi e in diversi momenti, hanno incrociato il suo percorso quali Delacroix, Courbet, Millet, Hiroshige, Kunisada o di Seurat, Pissarro, Signac, Guillaumin, Bernard e Gauguin, e le splendide tele di Francis Bacon, ad inizio percorso, a testimoniare come la figura di Van Gogh sia stata d’ispirazione anche per gli autori del Novecento. Il percorso espositivo di questa mostra di Van Gogh è suddivisa in 5 sezioni attraverso le quali si potrà esplorare lo sviluppo artistico e ripercorrere il cammino della sua attività soffermandosi sui principali punti di snodo. Le 5 sezioni sono “Il pittore come eroe”; “Gli anni della formazione. Dalla miniera di Marcasse all’Aia”; “Da Nuenen a Parigi. Un colore che cambia”; “Un anno decisivo, 1888”; “Di lune e nuvole. Van Gogh e la fine del suo viaggio“).Sono noti i disagi psichici dell’artista, ebbene questa mostra tiene assieme l’esposizione delle opere allo sprofondamento interiore di Vincent Van Gogh.
Ogni periodo della sua carriera artistica sarà testimoniato da un capolavoro: sarà possibile ammirare dipinti famosissimi quali ”Autoritratto con il cappello di feltro”, “Il seminatore”, i vari campi di grano, “Il postino Roulin”, “Il signor Ginoux”, “L’Arlesiana”, i vari paesaggi attorno al manicomio di Saint-Rémy e tantissimi altri.
Al termine della visita, ore 16.30 circa, passeggiata fino alla Basilica di Sant’Antonio e tempo a disposizione per la visita libera dell’interno. “Il Santo” coma la chiamano i padovani, è uno tra i maggiori capolavori d’arte del mondo intero e uno dei più conosciuti e frequentati luoghi di culto internazionale.
E’ una grandiosa costruzione in stile romanico-gotico dalla facciata imponente con otto cupole e campanili orientaleggianti.
L’interno è ricchissimo, composto da diversi ambienti e cappelle tra cui quella che ospita i resti del Santo, la famosa Cappella delle Reliquie. I chiostri, i soffitti, i pilastri e i monumenti funerari rendono preziosa e unica la Basilica.
Al termine sistemazione in pullman e partenza per il rientro in Valtellina con sosta durante il tragitto.
Arrivo nelle località di partenza previsto per la tarda serata.
  
 
 
Il viaggio verrà effettuato con minimo 30 persone partecipanti

 

Per via delle normative anti-Covid-19 la capienza degli spazi espositivi sarà ridotta ad un terzo in modo che tutti i visitatori possano godersi la mostra in sicurezza e serenità.

Le visite guidate si svolgeranno con gruppi di persone limitate, distanziate e con l’obbligo della mascherina.

 L’assegnazione dei posti bus segue l’ordine delle prenotazioni e le norme sul distanziamento sociale
 La quota comprende: 

Viaggio in pullman Gran Turismo – visita con guida del centro storico di Padova -

biglietto d’ingresso e visita con guida alla Mostra di Van Gogh con utilizzo di auricolari - assicurazione - accompagnatore.

 La quota non comprende:

Eventuali extra personali e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

 

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI 

TORINO E MUSEO EGIZIO

ecf8d414d6a3c1eb4f39268fc6c455aa

TORINO

CITY TOUR E MUSEO EGIZIO

DOMENICA 15 NOVEMBRE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Programma di viaggio:
Nella prima mattinata partenza in bus dalla Valtellina con itinerario Tirano-Lecco-Autostrada con sosta in Autogrill.
Ore 10.30 circa arrivo a TORINO. Incontro con la guida in piazza Castello ed inizio del tour a piedi per le vie del centro storico.
CITY TOUR nel centro della Prima Capitale d’Italia: in Piazza Castello da dove inizia la passeggiata si ammirano gli esterni del maestoso Palazzo Madama e Palazzo Reale e del Teatro Regio.
Si entra nella Chiesa di San Lorenzo, la cappella regia dei Savoia, considerata una delle trecento chiese più belle al mondo. Di seguito si raggiunge il Duomo che custodisce la Sacra Sindone e la zona archeologica romana. Si prosegue fino a Piazza Carignano dove l’omonimo Palazzo domina con la splendida facciata ondulata, uno dei luoghi più eleganti in città. La Piazza è un “concentrato risorgimentale”: il Conte di Cavour usciva dal Parlamento per recarsi tutti i giorni a pranzo presso il rinomato Ristorante del Cambio.
Si prosegue sotto gli ariosi portici della Galleria Subalpina, in stile Liberty, ascoltando la storia del Bicerin, bevanda a base di crema di latte, caffè e cioccolato di nocciole piemontesi. 
Ore 12.30 termine della passeggiata e tempo libero a disposizione. Pranzo libero.
Ore 14.15 ritrovo davanti al MUSEO EGIZIO, ingresso prenotato e visita guidata.
La visita si svolge in gruppi di 15 persone, ciascuno con la propria guida e con auricolari.
E’ richiesto l’uso di mascherina.
MUSEO EGIZIO,situato nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze è dedicato esclusivamente all’arte e alla cultura dell’Egitto antico.  E’ il più importante dopo quello del Cairo e narra il Regno Egizio in tutta la sua storia presentando testimonianze artistiche e materiali con un curatissimo allestimento; il percorso espositivo è stato completamente rinnovato e inaugurato nel 2015.
Tutto iniziò nel 1800, quando il piemontese Bernardino Drovetti, console di Francia durante l'occupazione dell’Egitto, collezionò oltre 8.000 reperti tra statue, mummie, sarcofaghi, papiri, monili e amuleti. Nel 1824 il re sabaudo Carlo Felice acquistò questa collezione e così nacque il Museo Egizio di Torino. E’ costituito da un insieme di collezioni che si sono sovrapposte nel tempo, alle quali si devono aggiungere i ritrovamenti effettuati a seguito degli scavi condotti in Egitto dalla Missione Archeologica Italiana tra il 1900 e il 1935. In quell’epoca vigeva il criterio secondo cui i reperti archeologici erano ripartiti fra l’Egitto e le missioni archeologiche. Il criterio attuale prevede che i reperti rimangano all’Egitto
Nelle sale del Museo delle Antichità Egizie sono oggi esposti circa 6.500 oggetti, tombe, sarcofagi, mummie e papiri. Più di 26.000 reperti sono depositati nei magazzini, in alcuni casi per necessità conservative, in altri perché rivestono un interesse unicamente scientifico (vasellame, statue frammentarie, ceste, stele, papiri) e sono oggetto di studi i cui esiti sono regolarmente pubblicati.
 
 
 
 
Il viaggio verrà effettuato con minimo 30 persone partecipanti
 

L’assegnazione dei posti bus segue l’ordine delle prenotazioni e le norme sul distanziamento sociale

 La quota comprende: 

Viaggio in pullman Gran Turismo – tour a piedi nel centro storico con guida – biglietto d’ingresso al Museo Egizio e visita con guida e auricolari - assicurazione - accompagnatore.

 La quota non comprende:

Eventuali extra personali e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

 

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI