TOUR IN VALLE D'AOSTA

DhRpVyKWsAAe3c7

TOUR IN VALLE D'AOSTA

UN ITINERARIO TRA NATURA E CASTELLI

29/30 AGOSTO

Programma di viaggio:

Sabato 29 Agosto     CASTEL SAVOIA e CASTELLO DI SARRE - AOSTA
Ritrovo nei luoghi e agli orari stabiliti in fase di prenotazione. Sistemazione in pullman e inizio viaggio via Lecco-Autostrada per Torino fino al raccordo di Santhià. Sosta in Autogrill. Proseguimento per Pont St. Martin punto d’ingresso in Val d’Aosta arrivando da est.
Ore 11.15 arrivo a GRESSONEY-SAINT-JEAN per la visita guidata a CASTEL SAVOIA. Realizzato per volere della regina Margherita, il castello medievale ha un aspetto fiabesco con cinque torrette, una diversa dall’altra, che cingono l’edificio centrale. L’interno è riccamente decorato da pitture ornamentali e ovunque ricorrono richiami al fiore della margherita, in riferimento al nome della regina, le cui iniziali si riconoscono spesso nella dimora; cornici ornamentali ripropongono al loro interno i motti di casa Savoia. Tra le dipendenze sono da segnalare la Villa Belvedere, antica foresteria, e il Romitaggio Carducci, dedicato alla memoria del poeta. Terminata la visita si raggiunge l’Hotel. Sistemazione nelle camere e pranzo. Nel primo pomeriggio si raggiunge la località Lalex dove, su un poggio terrazzato ricco di vigneti, si erge il CASTELLO DI SARRE. Incontro con la guida e visita.
Il castello può essere considerato un museo che testimonia la presenza della famiglia Savoia in Valle d’Aosta.
Costruito nel 1710 da Giovanni Francesco Ferrod di Arvier sui resti di una casa forte del 1242, dopo vari passaggi di proprietà fu acquistato nel 1869 dal re d’Italia Vittorio Emanuele II, che lo ristrutturò e lo utilizzò come residenza durante le sue battute di caccia in Valle d’Aosta.
Il castello reale di Sarre, entrato a far parte del patrimonio privato di Sua Maestà, divenne allora il quartiere generale utilizzato dal re per le sue spedizioni nelle valli vicine. Per ospitare il primo re d’Italia la dimora subì alcune modifiche, tra le quali la sopraelevazione della torre e la costruzione di una nuova scuderia. All’interno, gli ambienti furono completamente ristrutturati e rimodernati. Anche il successore di Vittorio Emanuele, Umberto I (1844-1900) destinò il castello alpino decise di modificarlo ulteriormente, rinnovando l’interno e facendo realizzare il suggestivo “salone delle corna”, ornato con trofei di stambecco e camoscio.
Il castello fu abitato per villeggiatura dalla regina Maria José anche negli anni successivi alla monarchia.
Nel 1989 venne acquistato e ristrutturato dalla Regione Valle d’Aosta. L’allestimento attuale degli appartamenti reali, attraverso gli arredi, i dipinti, gli oggetti cari ai Savoia, permette al visitatore di rivivere alcuni tra i momenti importanti della storia dei Reali d’Italia. 
Terminata la visita al Castello è previsto tempo libero da trascorrere ad AOSTA nel centro storico.
Appena arrivati in città ci si imbatte nei resti perfettamente conservati del suo glorioso passato romano, l’Arco di Augusto, la Porta Praetoria, il Teatro Romano. Passeggiando si raggiunge Piazza Emile Chanoux, la piazza principale dove si affaccia il bel municipio. Si può visitare la Cattedrale con pregevoli affreschi, vetrate artistiche e mosaici. Uno dei monumenti più belli di Aosta è la Collegiata di Sant’Orso, vero gioiello medievale con un incredibile chiostro. Possibilità di acquistare nelle piccole botteghe prodotti tipici come formaggi, salumi e il tipico pane nero. Nel tardo pomeriggio rientro in Hotel. Cena e pernottamento.
 
Domenica 30 Agosto CASCATE LILLAZ - FORTEZZA DI BARD
Prima colazione in Albergo e rilascio delle camere. Sistemazione in pullman e breve trasferimento per raggiungere COGNE, un piccolo paese situato
alle porte del Parco Nazionale del Gran Paradiso da cui si gode la vista su uno dei “Quattromila” della Valle d’Aosta, il monte Gran Paradiso per l’appunto. Oltrepassata Cogne si raggiunge in bus l’abitato di Lillaz a 1611 metri sul livello del mare, con solo 90 abitanti, punto di partenza per la passeggiata nella natura che porta alle CASCATE DI LILLAZ, una breve camminata di 15 minuti. Il tempo di percorrenza si allunga perché è impossibile non fermarsi più volte e ammirare il paesaggio. Il fiume Urtier scorre formando tre salti d’acqua, cascate su più livelli che è possibile ammirare da diverse prospettive continuando a percorrere il sentiero panoramico che le costeggia. Si tratta di un percorso pienamente accessibile a tutti, essendo completamente in piano nel tratto che conduce alla prima cascata e poi in salita, ma non impegnativa e accompagnata da gradini formati dalle rocce e ringhiere, per raggiungere il secondo e il terzo salto d’acqua. Al termine della visita rientro in Albergo per il pranzo. Di seguito trasferimento al piccolissimo borgo di BARD, circa 160 abitanti su 3 km quadri di superficie. Situato all’imbocco della Valle d’Aosta e arroccato tra le montagne, lungo le sponde della Dora Baltea, racchiude tantissime testimonianze storiche e mostra il tipico assetto urbano del medioevo rimasto inalterato nel tempo. Incontro con la guida e passeggiata nel borgo tra una quarantina di case tutte antiche con portali, finestre e balconi bellissimi, tutte così unite  le une alle altre che i tetti coperti di ardesia si toccano e si confondono. Si prosegue con la visita all’imponente FORTE DI BARD, una fortezza militare posta su uno sperone roccioso a difesa dell’ingresso della valle che, interamente restaurato, ha riaperto ai visitatore nel 2006 ed è facilmente raggiungibile oltre che lungo la storica strada carrabile, con comodi ascensori avveniristici che portano fino alla cima da cui si gode un bellissimo panorama. Vera e propria fortezza, il Forte è considerato un capolavoro dell’architettura militare, compatto e massiccio, composto da caserme, camminamenti coperti, imponenti mura e feritoie. La fortezza è costituita da tre principali corpi di fabbrica posti a diversi livelli, tra i 400 e i 467 metri: dal più basso. L’Opera Ferdinando, a quello mediano, l’Opera Vittorio, e al più alto, l’Opera Carlo Alberto per un totale di 283 locali. E’ divenuta oggi un polo culturale che ospita musei stabili e mostre temporanee di alto livello. Il Museo delle Alpi è un allestimento permanente dedicato alle Alpi, con numerosi audiovisivi che illustrano gli aspetti fisici, naturalistici, storici, etnografici. 
Alle ore 17.00 circa è previsto il ritrovo al pullman e la partenza per il viaggio di rientro.
 
 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE                         EURO 210,00
 
Quota per sistemazione in camera singola                          EURO 250,00
 
Il viaggio verrà effettuato cIl viaggio verrà effettuato con un minimo di 25 partecipanti.
 
 
La quota comprende:

viaggio in pullman Gran Turismo – sistemazione in albergo 3 stelle in camere doppie – trattamento di pensione completa + un pranzo, bevande incluse - biglietti d’ingresso e visite guidate ai Castelli in programma - biglietto di accesso al Forte di Bard e visita guidata al borgo e alla Fortezza di Bard – accompagnatore – assicurazione.

 La quota non comprende:
le bevande durante i pasti, eventuali extra personali e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MINI TOUR IN BUS NELLE LANGHE PIEMONTESI

panorama barolo

MINI TOUR IN BUS 

LNELLE LANGHE PIEMONTESI

CON ITINERARIO TRA BORGHI, CASTELLI E VINO

7/8 NOVEMBRE

Programma di viaggio:

Sabato 7 Novembre
In prima mattinata incontro nei luoghi e agli orari stabiliti in fase di prenotazione. Sistemazione in pullman e inizio viaggio con itinerario Tirano-Lecco-Milano Autostrada direzione Torino. Sosta per colazione. Alle 10.30 circa arrivo ad ALBA.  Incontro con la guida e inizio escursione attraverso il territorio delle Basse Langhe, tra i più belli del Piemonte, un paesaggio vitivinicolo che dal 2014 è Patrimonio Unesco, notoriamente patria del vino, nebbiolo, barbaresco e barolo su tutti. Durante il percorso attraverso belle strade panoramiche, si incontreranno vitigni a perdita d’occhio, piccoli borghi arroccati, torri e castelli, colline che non superano i 600 metri.
Il primo paesino che si incontra è CASTIGLIONE FALLETTO di origine molto antica caratterizzato dalla presenza della fortezza con grande torrione cilindrico e quattro torri laterali. Proseguendo si raggiunge BAROLO, un piccolo borgo immerso nei vigneti e dominato dal bellissimo Castello dei Marchesi Falletti di Barolo, una potente famiglia di banchieri che divenne proprietaria del feudo intorno al 1250. Nel Castello ha sede l’innovativo Museo del Vino, il WiMu, e l’Enoteca Regionale del Barolo.
L’itinerario prosegue su e giù per le colline punteggiate di centri abitati con i loro castelli, torri e campanili in un mare di vigneti per arrivare a LA MORRA, piccolo paese di 3.000 abitanti che, a 513 metri d’altezza, domina un colle ricoperto dagli eccezionali vitigni del Nebbiolo dalle cui uve nasce il pregiatissimo Barolo anche detto l’”Oro Rosso”. Qui il Nebbiolo raggiunge i vertici della qualità. Il borgo ha ottenuto il riconoscimento di Bandiera Arancione Touring Club per l’ottima conservazione del centro storico. Il paese ha infatti mantenuto il suo impianto medievale con un intrico di viuzze e vicoletti ciottolati. Dal Belvedere di Piazza Castello si può ammirare lo splendido panorama delle Langhe e della Valle del Tanaro.
Sosta fotografica al CASTELLO DI SERRALUNGA D’ALBA, uno dei castelli della famiglia Falletti, in stupenda posizione panoramica. E’ certamente il gioiello tra i castelli della zona per la sua perfezione architettonica, e per lo stato di conservazione. Splendide sono le sue bifore, i suoi merli e le torri circolari tipiche del medioevo. 
Alle ore 13.00 circa pausa pranzo in Ristorante con menù a base di piatti tipici delle Langhe e vini locali.
Nel pomeriggio è prevista la visita al centro storico di ALBA, famosa per i suoi tartufi, i vini e le specialità gastronomiche. Alba è la patria del tartufo bianco; in autunno ogni anno la capitale delle Langhe è in piena festa: qui si svolge l’animato mercato e la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba che attrae visitatori da ogni parte del mondo. La prelibata trifula bianca viene battuta all’asta in un’atmosfera medievale con grande passione ed entusiasmo. Detta la “Città delle 100 torri” per le sue numerose torri, alcune delle quali conservano ancora oggi il loro aspetto originale, presenta un bellissimo centro storico, un piccolo salotto attraversato da la “via Maestra”, luogo di passeggio, botteghe di tartufi, pasticcerie ed enoteche tra edifici medievali e palazzine liberty. Sulla piazza Risorgimento spicca la cattedrale di San Lorenzo e la splendida facciata del Municipio. 
Tempo a disposizione per passeggiare in centro, bere un ottimo bicchiere di barolo, andare alla ricerca del prezioso tartufo presentato dai Trifolai di Langa o acquistare il torrone artigianale prodotto esclusivamente con la nocciola “Tonda Gentile del Piemonte”.
Ritrovo al pullman e trasferimento in Albergo. Sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.
 
Domenica 8 Novembre
Prima colazione in hotel e rilascio delle camere. Incontro con la guida per proseguire il tour in pullman. La prima sosta è nel piccolo comune di GRINZANE CAVOUR dove, sulla parte più alta, si trova l’omonimo Castello, una fortificazione massiccia e squadrata che ospitò per circa vent’anni il Conte Camillo Benso di Cavour. Cavour fu sindaco di Grinzane dal 1832 al 1849 e lasciò un’importante impronta nella regione interessandosi anche alla viticoltura. Grazie all’intuizione del Conte e della marchesa Giulia di Barolo nascono i grandi vini delle Langhe e dell’Astigiano. Oggi il Castello ospita la prima Enoteca Regionale creata negli anni ’70 dall’”Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini d’Alba” ed è la prestigiosa sede dell'Asta Mondiale del Tartufo Bianco che si svolge il secondo fine settimana di novembre. Durante la visita, oltre ai cimeli del Conte, si possono scoprire gli usi e costumi, la cultura e la storia di queste terre. Dal giardino che circonda il castello il panorama sui vitigni sottostanti è meraviglioso.
  
Visita ad una Cantina e degustazione dei migliori vini. 
Ore 13,00 Pranzo in Ristorante con menù a base di piatti della tradizione piemontese e vini locali.
Nel pomeriggio si segue l’itinerario della strada del BARBARESCO che attraversa ordinatissimi vigneti di uva Nebbiolo che qui assume la denominazione di Barbaresco. Sosta nel piccolo borgo medievale di NEIVE iscritto a ragione nel circuito dei Borghi più Belli d’Italia con un centro storico intatto, le stradine acciottolate che salgono in maniera concentrica verso la Torre dell’Orologio, palazzi in cotto, chiese e balconi panoramici. Un gioiellino che racchiude tanti tesori, dal Palazzo del Municipio con lo stemma comunale intarsiato alla chiesa dei SS. Pietro e Paolo, alla facciata di mattoni della chiesa dell’Arciconfraternita di San Michele dal cui piazzale si ha una vista impagabile sulle colline. Un altro bellissimo borgo, a pochi chilometri da Neive, è BARBARESCO il cui simbolo è l’omonima torre a base rettangolare, che risale al dodicesimo secolo e svetta nel centro storico.
Nel tardo pomeriggio ha termine il tour e inizia il viaggio di rientro in Valtellina. Durante il percorso sono previste soste per ristoro e per la cena libera. Arrivo nelle varie località di partenza in tarda serata.
 
 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE                         EURO 270,00
 

Supplemento per sistemazione in camera singola   Euro 25,00

 
Per motivi tecnico-organizzativi l’ordine delle visite e delle escursioni potrebbe variare
senza modificarne i contenuti.
 
Il viaggio verrà effettuato con un minimo di 25 partecipanti.
 
 
La quota comprende:

Viaggio in pullman Gran Turismo – cena e pernottamento in Hotel 3 stelle – due pranzi tipici – bevande sempre incluse - visite guidate come da programma – degustazione in cantina – ingresso e visita al Castello di Cavour - assicurazione medico sanitaria - accompagnatore.

 

 La quota non comprende:

 eventuali extra personali e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.
 

L’assegnazione dei posti pullman seguirà l’ordine delle prenotazioni e prevede il distanziamento imposto dalla normativa attualmente in vigore.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RAVENNA città d'Arte

San Vitale Mosaico min

RAVENNA "città d'Arte"

e passeggiata a COMACCHIO, la "piccola Venezia" 

14 e 15 NOVEMBRE

Programma di viaggio:

Sabato 14 Novembre
Nella prima mattinata partenza in pullman dalla Valtellina con itinerario Tirano-Lecco-Autostrada del Sole. Sosta per ristoro e per il pranzo libero in Autogrill prima di arrivare in città.
Ore 10.00 circa arrivo a RAVENNA e incontro con la guida per conoscere questa città incredibile che custodisce numerosi tesori dell’arte antica. Ravenna fu capitale per tre volte e di tre diversi imperi molto importanti: dell’Impero Romano d’Occidente, di Teodorico Re dei Goti e dell’Impero Bizantino in Europa.
Il suo glorioso passato viene oggi testimoniato da ben 8 monumenti inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco. All’interno dei suoi splendidi edifici religiosi paleocristiani e bizantini è conservato il più ricco patrimonio di mosaici del V e VI secolo d.C. Di seguito sono indicati i siti che si visiteranno nel pomeriggio: MUSEO ARCIVESCOVILE con la magnifica CAPPELLA DI SANT’ANDREA un oratorio paleocristiano costruito tra il 494 e 519 ornato da mosaici di grande valore.
La splendida BASILICA DI SAN VITALE edificata nella prima metà del 500, a pianta ottagonale, dall’esterno può sembrare spoglia ma al suo interno contiene mosaici straordinari che la rendono luogo sacro e d’arte tra i più importanti al mondo. Celebre il mosaico che rappresenta la corte dell’imperatore Giustiniano e l’imperatrice Teodora raffigurati con ricchi abiti e gioielli. Sul pavimento è raffigurato un labirinto che rappresenta il peccato e il percorso che l’anima deve compiere per salvarsi.
Proprio di fronte a San Vitale si trova il piccolo mausoleo di GALLA PLACIDIA, la sorellastra dell’imperatore Onorio che per un periodo fu imperatrice e che si fece costruire l’edificio per conservare le sue spoglie. L’aspetto modesto del mausoleo nasconde in realtà bellezze straordinarie: mosaici di rara bellezza dai colori vivi nonostante siano i più antichi della città, che culminano in una bellissima volta stellata in tessere blu cobalto e oro. Forse uno degli ambienti più fotografati di Ravenna.
BATTISTERO DEGLI ORTODOSSI detto anche BATTISTERO NEONIANO a pianta ottagonale famoso per i mosaici della cupola dove al centro è rappresentato il battesimo di Cristo, immerso nelle acque del Giordano, al cospetto del Battista.
Tempo libero a disposizione nel centro di Ravenna, zona pedonale, che gravità intorno a Piazza del Popolo.
Breve trasferimento in pullman per raggiungere l’Hotel. Sistemazione nelle camere riservate.
Cena e pernottamento.
 
Domenica 15 Novembre
Prima colazione in hotel. Rilascio delle camere e incontro con la guida per continuare la visita ai monumenti di Ravenna:
BASILICA DI SANT’APOLLINARE NUOVO splendida chiesa eretta durante il regno di Teodorico con una serie di mosaici che rivestono splendidamente le pareti laterali delle navate e illustrano le storie di Cristo e le vite dei santi. Bellisima la luce che filtra dalle finestre e il soffitto a cassettoni.
Visita all’esterno del MAUSOLEO DI TEODORICO che non contiene mosaici ma è una sosta obbligatoria per la sua storia e il mistero che lo circonda. Fatto costruire nel 520 dal re degli Ostrogoti Teodorico, che aveva scelto Ravenna come capitale del suo regno, il sepolcro colpisce per l’aspetto austero e imponente, dovuto in gran parte alla maestosa cupola che lo sovrasta. 
Appena fuori città si raggiunge in bus la magnifica BASILICA DI SANT’APOLLINARE IN CLASSE, la più imponente e maestosa di Ravenna. E’ un gioiello bizantino, anch’esso trapuntato di splendidi mosaici noti in tutto il mondo che ritraggono Cristo circondato dai quattro evangelisti, mentre le pecore simboleggiano gli apostoli.
Termina il tour con la visita alla TOMBA DI DANTE che trascorse a Ravenna gli ultimi anni della sua vita in esilio e qui morì nel 1321. Il suo corpo fu a lungo conteso con Firenze, sua città natale, ma non abbandonò mai la città romagnola. La tomba è costituita da un piccolo tempio dall’aspetto semplice. Sul soffitto arde perennemente una lampada votiva alimentata da olio d’oliva dei colli toscani, donato da Firenze ogni anno il 14 settembre, anniversario della morte del poeta.
Terminate le visite trasferimento in pullman al Ristorante dove è previsto il pranzo a base di piatti della cucina tipica romagnola con menù terra.
Iniziato il viaggio di rientro verrà fatta una sosta a COMACCHIO deliziosa cittadina lagunare nel cuore del Parco del delta del Po. Sorge su tredici isolotti raggruppati tra il Delta del Po e il mare e si presenta come un fitto dedalo di canali, con piccoli ponti che collegano i diversi angoli della città e case a schiera dalle tinte pastello che caratterizzano i quartieri più interni. Passeggiata per ammirare monumenti straordinari, attraversare i ponti e costeggiare i canali. Sosta fotografica all’antico Ponte Pallotta detto Trepponti, simbolo di Comacchio con le sue imponenti scalinate. 
Si prosegue per la Vecchia Pescheria, per il Ponte degli Sbirri, Palazzo Bellini, la Torre Civica, …
Lasciata Comacchio prosegue il viaggio per il rientro in Valtellina con arrivo in serata
 
 
 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE                         EURO 230,00

Supplemento per sistemazione in camera singola                   Euro 35,00

 

Il viaggio verrà effettuato con un minimo di 25 partecipanti.
 

Le visite guidate sono previste in piccoli gruppi nel rispetto delle misure di prevenzione Covid2. L’assegnazione dei posti bus segue la logica del distanziamento sociale.

 
La quota comprende:

Viaggio in pullman Gran Turismo – mezza pensione in Hotel 4 stelle – tassa di soggiorno – pranzo tipico romagnolo terra bevande incluse – ingresso e visite guidate ai siti indicati nel programma -

– utilizzo di auricolari - accompagnatore – assicurazione.

 La quota non comprende:
 
 eventuali extra personali e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ISCHIA

acqua termale1 2

SOGGIORNO TERMALE A ISCHIA

DAL 25 OTTOBRE AL 1 NOVEMBRE

 

Programma di viaggio:

DOMENICA 25 OTTOBRE
In prima mattina partenza in pullman privato dalle località stabilite in fase di prenotazione per raggiungere la Stazione Centrale di Milano.
Alle ore 8,10 partenza con Frecciarossa per Napoli dove l’arrivo è previsto alle ore 13.10.
Trasferimento in pullman privato al porto e imbarco sul traghetto che, dopo circa un’ora attracca al porto di Ischia. Da qui trasferimento in Hotel con minibus.
Sistemazione a ISCHIA PORTO presso il Grand Hotel delle Terme Re Ferdinando, nelle camere riservate.
Cena e pernottamento. 
DA LUNEDI’ 26 A SABATO 31 OTTOBRE
Soggiorno al Grand Hotel delle Terme Re Ferdinando con trattamento di pensione completa con servizio ai tavoli.
Scelta tra 5 primi piatti e 4 secondi piatti incluso le bevande (1/4 di vino e 1/2 minerale a persona)
Giornate da trascorrere individualmente a disposizione per relax e cure termali.
Assistenza in loco per l’organizzazione di escursioni e gite da svolgere durante la vacanza.
DOMENICA 1 NOVEMBRE
Prima colazione in Hotel. Rilascio delle camere, ritiro del cestino da viaggio e trasferimento al porto per l’imbarco sul traghetto per Napoli. Di seguito trasferimento in pullman dal porto di Napoli alla stazione ferroviaria.
Alle ore 14.00 partenza con Frecciarossa per Milano dove l’arrivo è previsto alle ore 18.20.
Proseguimento del viaggio in pullman privato per raggiungere le località di partenza.
.
 
 
 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE                         EURO 640,00

Supplemento per sistemazione in camera singola   Euro 175,00

Riduzione di Euro 35,00 alla 3^ persona con sistemazione in camera tripla

Il viaggio verrà effettuato con un minimo di 25 partecipanti.
 
 
La quota comprende:

Trasferimento in pullman dalla Valtellina alla Stazione Centrale di Milano e viceversa - viaggio con Frecciarossa in 2^ classe Milano-Napoli e ritorno - trasferimento dalla Stazione di Napoli al porto + traghetto per Ischia e viceversa - sistemazione al Grand Hotel delle Terme Re Ferdinando 4 stelle in camere doppie con servizi - trattamento di pensione completa e bevande incluse per l’intera permanenza (il pranzo dell’ultimo giorno è sostituito dal cestino da viaggio) - assicurazione medico sanitaria

 La quota non comprende:
 
 eventuali extra personali e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.
 
 
 
Servizi offerti dall’hotel:
camere con cassetta di sicurezza, minifrigo, tv satellitare
Internet wi-fi nelle aree comuni
piano bar tutte le sere e una gran soiree
accesso alle due piscine termali di cui una semiolimpionica
lezioni di body tonica in acqua termale
centro benessere 
reparto termale interno convenzionato ssn 1° livello
 
Il Grand Hotel delle Terme “Re Ferdinando”, 4 stelle ad Ischia Porto, si trova in una posizione decisamente strategica. Dista poco più di 100 metri dal porto, 50 dall’esclusiva passeggiata di Via Roma e Corso Colonna e circa 200 mt. dalla spiaggia di San Pietro. Appena fuori dall’hotel, posteggio taxi e fermata Autolinee pubbliche garantiscono estrema facilità nei collegamenti con le principali località ed attrattive dell’intera Isola.  È immerso nella quiete di un rigoglioso giardino mediterraneo che ospita le due piscine di acqua termale, di cui una coperta. L’hotel è situato in posizione centrale, a 300 metri dal porto principale di Ischia ed a pochi passi dall’area pedonale di Corso Vittoria Colonna e dalla Famosa Riva Destra, vivacemente animate da graziosi ristoranti, bar, negozi e boutique.
 
Informazioni dettagliate riguardo l’hotel e sulle misure di protezione Covid2 su:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.